Il battesimo dell’onore

luglio 11, 2008

 

Porgo a te, guerriero, la lama dell’abbandono.

Nel suo acciaio stellato risplendono coraggio e tempra d’uomo. Nella sua luce pura di fine argento e sangue risiede il vero potere, il dono oscuro della morte e della vita.

Sarai degno di portarla, Shevron, figlio di Ark?

Al di là del muro si estendono file e file di orchi senza anima e coscienza, esseri vomitati dall’ombra e dal fuoco, che crepitano come fiamme ardenti al cospetto della carne.

Questa lama, Shevron, questa spada… saprai brandirla con onore? Essa è marchiata del sangue di Haaropheth dai lunghi capelli e da quello della dèa Oyan Signora della Terra Infestata. In questo acciaio e in questo argento vive e si agita l’anima del Primo Re dei Troll dei Regni Nascosti.

Se saprai brandirla, Shevron, varcherai le linee nemiche senza paura e arriverai al cospetto della Regina Nera.

Shevron, io ti battezzo Cavaliere dell’Onore di Kenn e ti consegno Flamarel, la Spada dei Fuochi Ribollenti, forgiata nel fuoco dei quattro vulcani di Garth.

E’ tua, Shevron figlio di Ark!

 

Annunci

Preghiera

novembre 15, 2007

crociato.jpg
Questo tempio mi appartiene. La sua anima, ciò che permea l’aria e mi sussurra sicurezza, mi appartiene. Queste mura, scheggiate dal tempo e dalle lame di mille invasori sempre respinti, mi appartengono.
La preghiera che rivolgo a te, Signore del Giorno e della Notte, è di darmi la forza per combattere, il coraggio per non fuggire, la calma per non sbagliare. Fai di me un tuo umile servo e un guerriero senza paura. La mia spada sarà la tua mano, l’elsa che impugno, sarà il tuo volere.

Questo nemico, privo di qualsiasi dignità, diverrà cenere sotto i tuoi occhi e concime per la nostra terra violentata.

Mi appartiene il tuo volere, mio Signore, ed io appartengo a te. Io sono parte di te e delle tue parole. Un tuo soffio mi ha messo su questa terra e soltanto un colpo di fiato mi spazzerà via.

Dammi fiducia, mio Signore. Gli orchi non passeranno.