ottobre 7, 2007

taverna1.jpg

Il sidro riarde caustico nella gola
È come carezza dell’oblio
È come scelta di essere altrove

Bevi compagno! Bevi con me!
Non pensare a ieri né a domani
Troppo lenta è questa sofferente attesa!

Se sangue scorrerà, compagno di tante lotte
Vedrai, non sarà il nostro!
Nelle vene, non avremo che sidro!

Annunci